Ecomostro, prime vittorie del MLIS

L'impegno profuso da Movimento Libero Iniziativa Sociale nella battaglia contro l'Ecomostro di Via Piagge Marine, obbrobrio in cemento che ha devastato l'area dove sorgeva la struttura dell'Anfiteatro progettata e realizzata da Piacentini, dà i suoi frutti. Dopo le interrogazioni fatte presentare dai consiglieri radicali Berardo e Rossodivita alla presidente dimissionaria della Regione Lazio Renata Polverini e l'insistente azione finalizzata a fare luce a tutti i livelli su una operazione dai contorni poco chiari, nel mese di agosto arrivò a Sezze, per un sopralluogo, un primo pool di tecnici regionali. Al termine della visita tutta l'area fu interdetta tramite ordinanza. Subito dopo abbiamo inoltrato, tramite il gruppo radicale, una richiesta di accesso agli atti, al fine di ottenere tutta la documentazione prodotta.
Sotto la spinta anche della comunità europea, che giustamente chiede conto dei consistenti fondi Docup elargiti per la ristrutturazione di un impianto che è stato invece abbattuto per fare posto all'Ecomostro, ora dalla Pisana si prendono i primi provvedimenti. Una commissione di tecnici arriverà a Sezze per tutte le opportune verifiche. Il Palazzo trema. Il sindaco Andrea Campoli, che è stato costretto a comunicare la notizia nel corso di un consiglio comunale, evidentemente nervoso, non ha trovato di meglio che polemizzare con l'ex sindaco Lidano Zarra, sotto la cui amministrazione, nel 2005, partirono i lavori di abbattimento del Teatro Italiano. I due si sono battibeccati. Ma la realtà è che i lavori iniziati con Zarra, proseguiti durante il periodo di commissariamento prefettizio con Leopoldo Falco, sono andati avanti con Campoli. E che, strada facendo, hanno ingoiato milioni di euro, nel silenzio anche della Provincia di Latina, che dell'area era proprietaria, e del presidente Cusani. Zarra non ha scusanti come non ne ha Campoli, che, all'epoca, da consigliere provinciale non poteva non essere a conoscenza di tutte le carte e della mostruosità del progetto. D'altronde non è lo stesso sindaco che a Striscia la Notizia, intervistato da Brumotti, venuto a Sezze per un servizio "taroccato" sullo scempio, chiese altri soldi per portare a termine l'Ecomostro? La nostra azione non è certamente conclusa. Si fermerà soltanto quando verranno individuate responsabilità e responsabili e continuerà per l'abbattimento dell'attuale struttura, con il ripristino del sito. La comunità, naturalmente, deve essere risarcita del danno subito.
A margine di queste ultime novità ci teniamo a sottolineare come sia stato decisivo il nostro impegno. MLIS non è un partito, ma semplicemente un gruppo di uomini legati alla propria terra. Se non ci fossimo mobilitati con le nostre piccole forze, questa speculazione offensiva per la storia di Sezze sarebbe passata inosservata. Nessuno dei politici locali si è minimamente occupato del caso, anzi. Hanno dimostrato in tal modo di avere ben altri interessi.

Sezze 17 Ottobre 2012

lavocelibera.it -Movimento Libero Iniziativa Sociale

Archivio comunicati

Giugno 2017

Maggio 2017

Marzo 2017

Novembre 2016

Giugno 2016

Aprile 2016

Marzo 2016

Novembre 2015

Ottobre 2015

Giugno 2015

Maggio 2015

Aprile 2015

Marzo 2015

Febbraio 2015

Gennaio 2015

Dicembre 2014

Novembre 2014

Settembre 2014

Agosto 2014

Luglio 2014

Maggio 2014

Aprile 2014

Febbraio 2014

Gennaio 2014

Dicembre 2013

Novembre 20013

Ottobre 2013

Settembre 2013

Agosto 2013

Luglio 2013

Giugno 2013

Maggio 2013

Aprile 2013

Marzo 2013

Febbraio 2013

Gennaio 2013

Dicembre 2012

Novembre 2012

Ottobre 2012

Settembre 2012

Agosto 2012

Luglio 2012

Giugno 2012

Maggio 2012

Aprile 2013

Aprile 2012

Marzo 2012

Febbraio 2012

Gennaio 2012

Dicembre 2011

Novembre 2011

Ottobre 2011

Settembre 2011

Agosto 2011

Luglio 2011

Giugno 2011

Maggio 2011

Aprile 2011

Marzo 2011

Febbraio 2011

Gennaio 2011

Dicembre 2010

Novembre 2010

Ottobre 2010

Settembre 2010

Agosto 2010

Luglio 2010

Giugno 2010

Maggio 2010

Aprile 2010

Marzo 2010

Febbraio 2010

Gennaio 2010

Dicembre 2009

Novembre 2009

Ottobre 2009

Settembre 2009

Agosto 2009

Luglio 2009

Giugno 2009

Maggio 2009

Aprile 2009

Marzo 2009

Febbraio 2009

Gennaio 2009

Dicembre 2008

Novembre 2008

Ottobre 2008

Settembre 2008

Agosto 2008

Luglio 2008

Giugno 2008

Maggio 2008

Aprile 2008

Marzo 2008

Febbraio 2008

Gennaio 2008