Sull'Ecomostro di Sezze aumentano le perplessità

Che sulla questione "Ecomostro" (la devastante struttura che ha ferito irreversibilmente quella che era la zona dell'Anfiteatro di Sezze, Latina) si siano "incartati", tanto a livello di amministrazione comunale e provinciale quanto a livello regionale, è ampiamente provato dal rigoroso riserbo e dal totale silenzio che tutti gli amministratori stanno mantenendo. Mentre ancora non pervengono repliche di alcun tipo e tanto meno risposte dettagliate, nonostante la pressante azione di Movimento Libero Iniziativa Sociale, da parte della presidente della Regione Lazio Renata Polverini e dagli assessori competenti della sua giunta, alle precise interrogazioni sull'argomento, loro rivolte tramite il Gruppo Radicale, siamo in grado di affermare che l'assessorato ai Lavori Pubblici del Comune di Sezze è completamente nel pallone. In un documento ufficiale, che non apporta niente di nuovo che già non si sappia e che non sia già ampiamente scontato, colpiscono però due dati: l'ammissione che, dopo i milioni di euro spesi, ancora non sia stato approvato il collaudo amministrativo e che non c'è ("per ovvie ragioni", dice l'assessore Pietro Bernabei: è nel documento) collaudo strutturale.
L'intervento di "ristrutturazione" (così viene definito dall'assessorato) di quello che era il Teatro Sacro Italiano di Sezze "non ha consentito di rendere la struttura agibile" (parola di assessore). Naturalmente, aggiungiamo noi, "per conseguire l'obiettivo della agibilità e funzionalità questa Amministrazione - sempre parola di Bernabei - ha predisposto un nuovo Progetto". Quindi, per dirla in parole povere che qualcuno vorrebbe tradurre in soldoni, via al "completamento" delle opere con un III Lotto. Il famoso Lotto, che dopo il primo ed il secondo ampiamente finanziati tramite DOCUP, nessuno vuole più finanziare. Un Lotto che prevede, nelle intenzioni di chi ci amministra, un ulteriore e definitivo scempio dell'area, con la realizzazione, udite udite, addirittura di una tensostruttura: un nuovo ecomostro in prossimità di quello già realizzato. Ma dove si raggiunge il ridicolo, è questo il secondo dato, è quando l'assessorato fa riferimento alle azioni che l'Amministrazione intende intraprendere per reperire le risorse finanziarie necessarie. Visto che con i fondi pubblici si è raschiato il fondo del barile, a che cosa pensano i nostri solerti amministratori? Ai fondi privati. "Un’ipotesi per finanziare la realizzazione del Progetto che questa Amministrazione sta valutando è quella che fa riferimento ad un appalto in project financing": sempre parola di Pietro Bernabei. Questo starebbe a significare che, dopo avere usufruito di soldi pubblici, di milioni di euro, si ricorrerebbe a privati per terminare l'opera, "a fronte di una gestione pluriennale ed altre condizioni tutte da definire". Quindi, un'opera destinata al pubblico andrebbe utilizzata da privati con un apporto minimo di denaro. Ricordiamo a questi scienziati dell'amministrazione, che questa ipotesi non sta né in cielo né in terra. La Corte dei Conti, nella relazione del 20 gennaio 2011 alla Commissione Bilancio della Camera, ha affermato chiaramente: "Il project financing è un valido strumento di coinvolgimento dei privati per la realizzazione di opere pubbliche, purché venga realizzata integralmente con capitali privati, limitando la eventuale contribuzione pubblica ad importi non significativi". Non ci sembra proprio il caso di Sezze, dove ci stiamo trovando di fronte ad un'opera già interamente finanziata con capitale pubblico. Piuttosto ci venga definitivamente chiarito come tale capitale sia stato utilizzato e, trattandosi di finanziamenti tramite DOCUP, se non sia stato utilizzato impropriamente.

19 maggio 2011

lavocelibera.it -Movimento Libero Iniziativa Sociale

Archivio comunicati

Giugno 2017

Maggio 2017

Marzo 2017

Novembre 2016

Giugno 2016

Aprile 2016

Marzo 2016

Novembre 2015

Ottobre 2015

Giugno 2015

Maggio 2015

Aprile 2015

Marzo 2015

Febbraio 2015

Gennaio 2015

Dicembre 2014

Novembre 2014

Settembre 2014

Agosto 2014

Luglio 2014

Maggio 2014

Aprile 2014

Febbraio 2014

Gennaio 2014

Dicembre 2013

Novembre 20013

Ottobre 2013

Settembre 2013

Agosto 2013

Luglio 2013

Giugno 2013

Maggio 2013

Aprile 2013

Marzo 2013

Febbraio 2013

Gennaio 2013

Dicembre 2012

Novembre 2012

Ottobre 2012

Settembre 2012

Agosto 2012

Luglio 2012

Giugno 2012

Maggio 2012

Aprile 2013

Aprile 2012

Marzo 2012

Febbraio 2012

Gennaio 2012

Dicembre 2011

Novembre 2011

Ottobre 2011

Settembre 2011

Agosto 2011

Luglio 2011

Giugno 2011

Maggio 2011

Aprile 2011

Marzo 2011

Febbraio 2011

Gennaio 2011

Dicembre 2010

Novembre 2010

Ottobre 2010

Settembre 2010

Agosto 2010

Luglio 2010

Giugno 2010

Maggio 2010

Aprile 2010

Marzo 2010

Febbraio 2010

Gennaio 2010

Dicembre 2009

Novembre 2009

Ottobre 2009

Settembre 2009

Agosto 2009

Luglio 2009

Giugno 2009

Maggio 2009

Aprile 2009

Marzo 2009

Febbraio 2009

Gennaio 2009

Dicembre 2008

Novembre 2008

Ottobre 2008

Settembre 2008

Agosto 2008

Luglio 2008

Giugno 2008

Maggio 2008

Aprile 2008

Marzo 2008

Febbraio 2008

Gennaio 2008